Pietro Cimatti

Vota questo articolo
(1 Vota)

All'origine, prima di tutte le complicazioni e gli smarrimenti, maestro Leonardo scrisse che 'il pittore pinge se stesso'; che riprenda una vertiginosa intuizione del maestro Dante:"nullo dipintore potrebbe porre alcuna figura, se intenzionalmente non si facesse prima tale, quale la figura esser dèe". E può sembrare, questo mio modo di avvio, il più arbitrario complicare un pittore così 'naturale', qual'è l'amico Roberto di Jullo, una pittura così leggibile, piacevole e immediata, qual'è la sua pittura e grafia, che addomestica un antico mondo di donne e di cavalli e lo dona al meno snobistico amatore d'arte.

Ma il senso di quell'avvio, al di sotto dell'apparente complicazione, gelidamente erudita e soltanto questo, credo immediatamente condividibile: ossia che Roberto di Jullo dipinge e raffigura un mondo che ha sapore di brado e antico, di rusticano e di incorrotto, traendolo dal puro se stesso dalla sua natura originaria. Il maestro di Jullo incontra il suo pubblico con meravigliosa facilità e immediatezza ritraendo se stesso senza lacerazioni e violenze. Campiti dentro tondeggianti geometrie in un'aria ventosa, i suoi 'temi' raccontano di lui, sono i suoi sogni e suoi rimpianti, garantiscono al mondo urbano, che li acquisterà per le sue fragili pareti, che non tutto è perduto.

Ciò che ha salvato Roberto di Jullo dai naufragi di cui è pieno l'oceano dell'arte moderna è il senso felicemente artigianale del suo operare, è l'aver messo su una libera bottega di pittura, in una vecchia Roma ancora non tutta corrotta, come fecero gli antichi maestri d'arte, dai quali si andava, con amicizia e fiducia, a ordinare opere per la casa e per la chiesa, per il regalo o per il dono a se stessi, e in intanto si aprivano cartelle di grafica, si spolveravano quadri ammonticchiati, si commentavano opere e persone del presente, in un'aggraziata dimestichezza - oggi quasi tutta perduta - tra l'artista e la sua gente in una felice concomitanza di desideri e di sogni.

Letto 412 volte
Altro in questa categoria: « Alberto Sughi Leo Strozzieri »

Vedi Anche

  • Alberto Sughi
    E' raro oggi vedere un artista che si affidi al proprio talento; un artista che, credendo alla propria ispirazione, insegua…
    Letto 643 volte
  • Pietro Cimatti
    All'origine, prima di tutte le complicazioni e gli smarrimenti, maestro Leonardo scrisse che 'il pittore pinge se stesso'; che riprenda…
    Letto 413 volte
  • Leo Strozzieri
    Mai Roberto di Jullo, nella sua lunga militanza artistica, ha costretto la realtà al naufragio come è accaduto per gran…
    Letto 473 volte
  • Vito Boffoli
    Artista dotato di spiccata sensibilità, di intelligenza, di senso creativo, trasmette nei suoi quadri, nei tratti essenziali, nelle variegate tonalità…
    Letto 599 volte
  • Giuseppe Perrella
    Nelle opere del Maestro di Jullo il movimento e l'azione rimangono sospesi, non orientati verso un possibile e prevedibile movimento.…
    Letto 727 volte

Social

Curiosità

  • Le fasi di ricerca

    Le fasi di ricerca di un autore vengono scandite anche dalla scelta e dalle prove di nuovi materiali, che ne
    Read More
  • Capacità del grafico

    I colori della tavolozza, con impasti che ricordano un passato pittorico trovano negli ovali e nelle tele con fondo dorato
    Read More
  • Incisioni

    Le incisioni condensano, su una lastra metallica l'esperienza della grafica originale. Come il disegno ad Inchiostro o matita. attraverso una
    Read More
  • Fibie e Spille

    Le fibbie e le spille, fuse in oro e in argento, con la tecnica della cera persa, sono il risultato
    Read More
Timber by EMSIEN 3 Ltd BG