Leo Strozzieri

Vota questo articolo
(1 Vota)

Mai Roberto di Jullo, nella sua lunga militanza artistica, ha costretto la realtà al naufragio come è accaduto per gran parte delle avanguardie. Il soggetto a lui più caro, quello dei cavalli, per il quale il suo amico Alberto Sughi ha speso bellissime parole, credo sia opportuno rilevare come essi si muovano con un dinamismo per lo più circolare compiendo il transfert simbolico germinativo insito nella fabulazione ovoidale; inoltre le figure consentono una impaginazione da palcoscenico, quasi fossero attori che recitano una parte teatrale che in base alle posture degli animali ribaltati sovente all'indietro non potrà che essere drammatica.

L'evidenza prospettica proietta sullo sfondo delle opere un'atmosfera sospesa, una durata temporale dilatata al limite del metafisico: in questo senso l'incanto, il sogno rimandato a certe esperienze del giovane De Chirico.

Per il Maestro di Jullo il riferimento alla tradizione , il peso ben accettato di una cultura figurativa non sconfina nel citazionismo anacronistico, tant'è che utilizza soluzioni ardite frutto della coscienza dell'hodie sul piano stilistico.

Basti citare l'altro tema a lui caro, quello della donna, immortalato in una lunghissima serie di inchiostri, di matite grasse. Ebbene egli sottopone le figure a metamorfosi, colta sul foglio o sulla tela nel momento incipiente, quello della stilizzazione triadica ovoidale: tre forme appunto e cioè il capo, la parte superiore del corpo ed infine quella inferiore con l'appendice delle gambe.

Il gioioso segno dinamico e ininterrotto circolare si avviluppa con qualche vibrazione extra, modellando con compostezza e sapienza estetica l'anatomia. L'euforia, seppure controllata del gesto, diventa canto lirico, idillio, energia che genera l'entasi per la proposta di una umanità giubilante che non declina.

Letto 497 volte
Altro in questa categoria: « Pietro Cimatti Vito Boffoli »

Vedi Anche

  • Alberto Sughi
    E' raro oggi vedere un artista che si affidi al proprio talento; un artista che, credendo alla propria ispirazione, insegua…
    Letto 666 volte
  • Pietro Cimatti
    All'origine, prima di tutte le complicazioni e gli smarrimenti, maestro Leonardo scrisse che 'il pittore pinge se stesso'; che riprenda…
    Letto 437 volte
  • Leo Strozzieri
    Mai Roberto di Jullo, nella sua lunga militanza artistica, ha costretto la realtà al naufragio come è accaduto per gran…
    Letto 498 volte
  • Vito Boffoli
    Artista dotato di spiccata sensibilità, di intelligenza, di senso creativo, trasmette nei suoi quadri, nei tratti essenziali, nelle variegate tonalità…
    Letto 624 volte
  • Giuseppe Perrella
    Nelle opere del Maestro di Jullo il movimento e l'azione rimangono sospesi, non orientati verso un possibile e prevedibile movimento.…
    Letto 756 volte

Social

Curiosità

  • Fibie e Spille

    Le fibbie e le spille, fuse in oro e in argento, con la tecnica della cera persa, sono il risultato
    Read More
  • Capacità del grafico

    I colori della tavolozza, con impasti che ricordano un passato pittorico trovano negli ovali e nelle tele con fondo dorato
    Read More
  • Le fasi di ricerca

    Le fasi di ricerca di un autore vengono scandite anche dalla scelta e dalle prove di nuovi materiali, che ne
    Read More
  • Incisioni

    Le incisioni condensano, su una lastra metallica l'esperienza della grafica originale. Come il disegno ad Inchiostro o matita. attraverso una
    Read More
Timber by EMSIEN 3 Ltd BG